Aliquota contributiva di computo per la pensione

L’aliquota di computo è quella percentuale che viene applicata alla retribuzione o reddito pensionabile (nel caso dei lavoratori autonomi) per calcolare il montante contributivo annuo da rivalutare nel sistema contributivo.

Si tratta, pertanto, di un parametro indispensabile per tradurre in pensione l’imponibile annuo percepito dal lavoratore nel sistema contributivo (articolo 1, comma 8 della legge 335/1995) e non deve essere confusa con l’aliquota di finanziamento IVS che è quella alla quale è effettivamente assoggettato l’iscritto alla Gestione.

Le due aliquote, infatti, non sempre coincidono con i contributi effettivamente versati dal lavoratore e dal datore potendo essere quella di computo maggiore o minore di quella di finanziamento della gestione.

Nel primo caso l’assicurato otterrà l’accredito sul montante individuale di una cifra superiore ai contributi versati.