Assegno per il nucleo familiare 2021

Sono stati aggiornati gli importi per l’assegno del nucleo familiare (ANF) a decorrere dal 1° luglio 2021 e fino al 31 dicembre 2021.

I nuovi valori riferiti ai nuclei con figli, sono state integrate per tenere conto delle maggiorazioni disposte dal decreto-legge n. 79/2021 in via sperimentale fino alla fine di quest’anno: l’incremento è pari a euro 37,5 per ciascun figlio, per i nuclei familiari fino a due figli, e di euro 55 per ciascun figlio, per i nuclei familiari di almeno tre figli.

Si tratta di una disposizione transitoria, che da gennaio 2022 sarà sostituita dal nuovo assegno unico universale (vedi), ancora in attesa dei suoi decreti legislativi di attuazione.

A chi spetta l’assegno per il nucleo familiare

L’assegno spetta:

  1. ai lavoratori dipendenti pubblici e privati
  2. ai percettori di indennità di mobilità, disoccupazione o cassa integrazione guadagni;
  3. ai collaboratori domestici,
  4. ai lavoratori parasubordinati iscritti alla Gestione separata, purché non pensionati o iscritti ad altra forma di previdenza obbligatoria,

La condizione. La condizione preliminare per la sussistenza del diritto all’erogazione dell’assegno è dalla circostanza che il rapporto tra il reddito derivante da lavoro dipendente ed il reddito complessivo debba superare il 70%.

Come si determina il nucleo familiare

Fanno parte del nucleo familiare del richiedente la prestazione, in via generale:

  • il richiedente l’assegno;
  • il coniuge non legalmente ed effettivamente separato e che non abbia abbandonato la famiglia o il soggetto unito civilmente;
  • i figli e gli equiparati aventi età inferiore ai 18 anni;
  • i figli o equiparati maggiorenni inabili;
  • i figli di età superiori ai 18 anni compiuti e inferiore ai 21 compiuti purché studenti e apprendisti, se facenti parte di un nucleo familiare composto da almeno quattro figli o equiparati di età inferiore ai 26 anni;
  • i fratelli e le sorelle, i nipoti del richiedente di età inferiore ai 18 anni, non coniugati, ovvero senza limite di età se inabili, orfani, senza diritto alla pensione di reversibilità.

Autorizzazione dell’INPS

E’ necessaria la preventiva esplicita autorizzazione da parte dell’INPS al ricorrere di alcune fattispecie definite dalla legge:

  1. nel caso in cui si intenda includere nel nucleo familiare soggetti particolari (come ad es. fratelli o sorelle);
  2. nel caso in cui potrebbe verificarsi una duplicazione di pagamento (es. in caso di separazione legale);
  3. laddove il coniuge non sottoscriva la dichiarazione di responsabilità contenuta nel modello ANF/DIP predisposto per la domanda;
  4. quando si intenda applicare l’aumento dei livelli reddituali previsto, ad esempio, in favore di nuclei monoparentali.

Quanto spetta. A partire dal mese di luglio 2021 e fino al 31 dicembre 2021, gli importi mensili in vigore, superiori a zero e percepiti dagli aventi diritto gli importi spettanti a titolo di ANF, sono maggiorati di:

  • euro 37,5 per ciascun figlio, per i nuclei familiari fino a due figli,
  • di euro 55 per ciascun figlio, per i nuclei familiari di almeno tre figli.

L’assegno matura in misura intera qualora permanga la continuità del rapporto di lavoro per:

  • ogni mese di lavoro, se ha effettuato almeno 104 ore se operaio e 130 se impiegato;
  • ogni settimana se, in caso di mancato raggiungimento delle 104 o 130 ore mensili, ha effettuato almeno 24 ore settimanali di lavoro se operaio e 30 ore se impiegato;
  • ogni giornata lavorata, in caso di mancato raggiungimento delle 24 o 30 ore settimanali.

In caso di settimana corta, cioè quando l’orario è ripartito su cinque giornate anziché su sei, l’assegno spetta per intero anche per il sabato non lavorato.

  1. B. Qualsiasi variazione intervenuta nel reddito e/o nella composizione del nucleo familiare, durante il periodo di richiesta dell’ANF, deve essere comunicata entro 30 giorni.

Livelli di reddito. L’INPS con il messaggio n. 2331 del 17 giugno 2021 ha rivalutati i livelli di reddito familiare validi per la definizione del diritto e della misura relativi all’assegno per il nucleo familiare, allegando le tabelle da applicare con decorrenza 1° luglio 2021, tenendo conto delle maggiorazioni di cui all’articolo 5 del decreto-legge n. 79/2021.

I livelli di reddito e le previste maggiorazioni avranno validità per la determinazione degli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinali della prestazione.

Esempio di calcolo. Nucleo familiare formato dal soggetto richiedente e due figli minori: 3 componenti

Reddito complessivo: 24.050 euro

La tabella da applicare è la n. 12. L’individuazione dell’importo teoricamente spettante è individuato nella colonna corrispondente al numero dei componenti il nucleo, pari a 3 (Colonna G), e alla riga in cui è compreso il reddito complessivo, ad esempio pari a 24.050 mila euro nel 2019 (riga 100): euro 164,08 mensili.

Modalità di presentazione delle domande. La domanda di assegno per il nucleo familiare deve essere presentata dal lavoratore all’INPS, esclusivamente in via telematica, mediante uno dei seguenti canali:

  • WEB, tramite il servizio on-line dedicato;
  • patronato INCA CGIL
  • datore di lavoro, previa delega del lavoratore e dei suoi familiari o direttamente o per il tramite dei soggetti di cui alla L. n. 12/1979.

Gli importi così determinati sono messi a disposizione del datore di lavoro nel Cassetto previdenziale, con l’applicazione “Consultazione Importi ANF”, che consente di visualizzare le informazioni relative alle domande Assegno Nucleo Familiare Dipendenti: importi massimi spettanti, giornalieri e mensili, e periodo di riferimento.

In caso di separazione o divorzio dei genitori, alla richiesta deve essere allegata la documentazione comprovante lo stato di fatto dei rapporti tra i coniugi e le condizioni di affidamento dei figli.

Pagamento e consultazione degli importi. Il pagamento degli ANF viene effettuato ordinariamente dal datore di lavoro per conto dell’INPS.

Il lavoratore può visualizzare gli importi calcolati dall’INPS accedendo con le proprie credenziali alla specifica sezione “Consultazione domanda”, disponibile nell’area riservata.

TABELLE ASSEGNI FAMILIARI LUGLIO-DICEMBRE 2021