Aspettativa consigliere di parità

Consigliere Nazionale di Parità. Al dipendente nominato Consigliere di parità nazionale sono riconosciuti permessi non retribuiti per l’espletamento dell’incarico nella misura massima stabilita annualmente con decreto ministeriale. In alternativa, il dipendente può richiedere il collocamento in aspettativa non retribuita per la durata del mandato. In tal caso compete un’indennità annua stabilita per decreto. (Riferimenti Legislativi D.Lgs 196/2000)