Arbitrato in sede sindacale

L’arbitrato, nelle materie di lavoro, può essere svolto anche presso le sedi e con le modalità previste dai contratti collettivi sottoscritti dalle associazioni sindacali maggiormente rappresentative, come stabilito dall’art. 412-ter cod. proc. civ.

Al lodo arbitrale si applicano le stesse regole che disciplinano il lodo della Commissione di conciliazione costituita presso la Direzione territoriale del lavoro, con applicabilità integrale dell’art. 808-ter, sicché, alle cause di annullabilità ipotizzabili per quel lodo vanno aggiunte:

– l’invalidità della convenzione dell’arbitrato;

– la nomina degli arbitri non effettuata con le forme e nei modi stabiliti dalla convenzione arbitrale;

– la pronuncia del lodo da parte di chi non poteva essere nominato arbitro perché privo, in tutto o in parte, della capacità legale di agire.