Adozioni a distanza

Adozione a distanza significa,  con un limitato impegno finanziario,  dare ad un bambina/o.

Non si tratta di una adozione internazionale. o ragazza/o che si trova in condizioni particolarmente difficili la possibilità di crescere nella sua terra, non vengono quindi sradicati dal loro ambiente sociale, ma rimangono inseriti nella loro comunità locale.

Obiettivo primario è il rispetto della sua cultura, la sua dignità di persona umana: cibo, medicine, scuola, una famiglia, l’affetto di persone “lontane” che hanno a cuore la sua crescita e che partecipano alla sua vita, anche attraverso lo scambio di lettere, disegni ed esperienze.

In Ialia sono numerose le Organizzazioni, Cooperative, ONLUS, e  Enti non profit in Italia a cui è possibile rivolgersi per le adozione a distanza, a puro titolo indicativo:

ActionAid: associazione attiva dal 1972, in 25 paesi.

Aiutare i Bambini: associazione attiva dal 2000, in 29 paesi.

Amici dei Bambini: associazione attiva dal 1986, in 25 paesi.

Amref: associazione attiva dal 1957, in 6 paesi.

Avsi: associazione attiva dal 1972, in 38 paesi.

CBM Italia: associazione attiva dal 1908, in 30 paesi.

CCS Italia Onlus: associazione attiva dal 1989, in 4 paesi.

CIFA: associazione attiva dal 1980, in 7 paesi.

Compassion: associazione attiva dal 1952, in 25 paesi. COOPI: associazione attiva dal 1965 , in 24 paesi.

Fondazione Fratelli Dimenticati: associazione attiva dal 1987 , in 6 paesi.

PIME Milano: associazione attiva dal 1850, in 13 paesi.

Plan Italia: associazione attiva dal 1947, in 50 paesi.

Comunità Sant’ Egidio: associazione attiva dal 1968, in 73 paesi.

Save the Children: associazione attiva dal 1919, in 22 paesi.

Terre des Hommes: associazione attiva dal 1966, in 22 paesi.

Unicef: associazione attiva dal 1946, in 156 paesi.

VIS Adozioni Salesiane: associazione attiva dal 1986, in 42 paesi.

World Vision: associazione attiva dal 1950, in 5 paesi.