Assunzione di straniero presente regolarmente in Italia

Lo straniero può essere regolarmente soggiornante in Italia. In tali casi il permesso di soggiorno può essere utilizzato, per la sua durata residua, per instaurare un lavoro subordinato.

I casi sono relativi al possesso di un permesso di soggiorno

per:

1) lavoro autonomo o ricongiungimento familiare: in tali casi lo straniero deve rivolgersi al Centro per l’impiego, il datore di lavoro può assumerlo e comunicare l’assunzione al Centro Provinciale. Impiego

2) seguire un corso di studio o formativo. Durante tale periodo lo straniero può:

– svolgere tirocini formativi

– svolgere un lavoro subordinato nel limite massimo di 20 ore settimanali e 1.040 annue

– convertire il permesso di soggiorno per un lavoro subordinato vero e proprio, purché l’assunzione avvenga entro i limiti delle quote annuali; – convertire un permesso di soggiorno per studio in permesso per svolgere un lavoro autonomo, compreso quello di collaborazione in presenza della disponibilità della quota per lavoro autonomo presso la provincia.