Aspettative norme generali dipendenti delle Funzioni Centrali

Il dipendente, rientrato in servizio, non può usufruire continuativamente di due
periodi di aspettativa, anche richiesti per motivi diversi, se tra essi non intercorrano almeno quattro mesi di servizio attivo.

Ciò non si applica per le aspettativa per cariche pubbliche elettive, per cariche sindacali, per volontariato, in caso di assenze di cui alla d.lgs. n. 151/2001 o anche nei casi in cui il collocamento in aspettativa sia espressamente disposto dalle disposizioni legislative vigenti.

Qualora durante il periodo di aspettativa vengano meno i motivi che ne hanno
giustificato la concessione, l’amministrazione invita il dipendente a riprendere
servizio, con un preavviso di dieci giorni. Il dipendente, per la stessa motivazione e negli stessi termini, è tenuto comunque a riprendere servizio di propria iniziativa.

Nei confronti del dipendente che non riprenda servizio alla scadenza del periodo di aspettativa o del termine previsto, salvo casi di comprovato impedimento, il
rapporto di lavoro è risolto.