Assistenza primaria (Primary Care).

Complesso delle attività e delle prestazioni sanitarie e sociosanitarie dirette alla prevenzione, alla diagnosi, al trattamento delle malattie, degli incidenti di larga diffusione e di minor gravità e delle malattie e disabilità ad andamento cronico, quando non necessitano di prestazioni specialistiche di particolare complessità clinica e tecnologica.

Si tratta del primo livello di contatto degli individui, delle famiglie, delle comunità col sistema sanitario del Paese, avvicinando il più possibile l’assistenza sanitaria ai luoghi dove le persone vivono e lavorano e   costituisce il primo elemento di un processo continuo di protezione sanitaria (Conferenza internazionale di Alma Ata (1978).

Comprende, quindi, l’insieme di servizi quali medicina generale e pediatria di libera scelta, guardia medica,

assistenza domiciliare, attività dei consultori, centri per la salute mentale, farmacie, strutture residenziali e

semiresidenziali, assistenza infermieristica, ostetrica e riabilitava, gli sportelli distrettuali; in altri termini, i servizi che costituiscono il livello essenziale di assistenza distrettuale compresa la specialistica ambulatoriale territoriale (mentre gli specialisti ospedalieri potrebbero rientrare nella secondary care) nonchè i servizi dell’integrazione sociosanitaria.

Nel NHS inglese, la Primary Care riguarda i servizi forniti da medici di medicina generale, dentisti, farmacie, infermieri, optometristi, nonché dal servizio NHS direct (consigli ed informazioni telefoniche ed on line) e dai Walk-in Centres (accesso diretto per malattie minori, generalmente a gestione infermieristica).

Caratteristiche fondanti dell’assistenza primaria sono la capillarità, l’accessibilità, la capacità di riconoscere problemi e bisogni spesso mal definiti, la multidisciplinarietà e la continuità dell’assistenza.

La Primary Care può essere considerata un’applicazione del più vasto modello concettuale e strategico definito Primary Health Care.