Tutor

Nel  senso comune il tutor è colui che si prende cura di qualcun’altro. In ambito formativo il significato della parola tutor ha assunto nel tempo nuovi e diversi aspetti. Il tutor nella formazione è una figura professionale, distinta dal docente o dal progettista, che si rende responsabile di un gruppo, di un’aula, di un percorso formativo, svolgendo funzioni di facilitazione, attivazione e stimolazione dei partecipanti.
Il tutor può svolgere due tipologie di funzioni: didattica e organizzativa.
Il tutor organizzativo si occupa degli aspetti gestionali del percorso formativo, ossia dell’organizzazione del materiale didattico, delle aule, della predisposizione degli orari, delle comunicazioni a carattere organizzativo e, in quanto rappresentante della struttura che eroga la formazione, rappresenta il punto di riferimento per i corsisti.
Il tutor didattico, invece, è una figura professionale che assolve la funzione di stimolazione del processo di apprendimento dei partecipanti al percorso formativo, animando e sostenendo il gruppo in apprendimento, monitorando il clima d’aula e i livelli di motivazione dei corsisti. Il tutor, inoltre, rappresenta
l’intermediario tra docenti e partecipanti ed è responsabile del coordinamento dei diversi docenti coinvolti nel percorso formativo. Nei recenti interventi legislativi in ambito scolastico e universitario si è fatto riferimento al ruolo del tutor come figura con funzioni di supporto, tutoraggio e monitoraggio dei percorsi formativi prescelti dai giovani. Nei tirocini formativi e di orientamento è prevista un’attività di tutoraggio per tutta la durata dell’attività di tirocinio.