CUD

I datori di lavoro quali sostituti d’imposta sono tenuti a rilasciare ai lavoratori una certificazione unica dei redditi da lavoro dipendente (CUD), attestante l’ammontare complessivo delle somme soggette a ritenuta, l’ammontare delle ritenute operate e delle detrazioni d’imposta effettuate nonché l’ammontaredella base imponibile previdenziale e assistenziale e l’importo dei contributi trattenuti ai lavoratore. Il certificato deve essere consegnato entro il mese di febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento, ovvero entro 12 giorni dalla richiesta dell’interessato, in caso di interruzione del rapporto di lavoro. Qualora il dipendente non abbia ricevuto il CUD può chiedere un duplicato e il datore di lavoro è obbligato a rilasciarlo.
Unitamente al CUD verrà consegnato anche quest’anno il modello DETR. I sostituti d’imposta devono infatti acquisire annualmente i dati dei dipendenti e pensionati relativi al diritto alle detrazioni dall’imposta per reddito da pensione e per i familiari a carico. Il modello va completato e riconsegnato entro la scadenza per
evitare il rischio di vedersi revocate alcune detrazioni.
Tra chi riceve il CUD è esoneratodalla presentazionedella dichiarazione dei redditi chi non ha avuto altri redditi oltre quelli da lavoro e da pensione già dichiarati nel CUD. Per ulteriori approfondimenti e dettagli su chi è esonerato e sulle eccezioni previste è necessario rivolgersi al Centro CAAFdella CGIL.