PODOLOGO

Il podologo è la figura professionale che si occupa del piede a livello riabilitativo e sanitario.

Segue un percorso di studi specifico che gli permette di esercitare, così come indicato dalla legge, tale professione, e si occupa non solo della diagnosi e della terapia delle problematiche che possono colpire il piede, ma anche della realizzazione di ortesi che possono aiutare a superare problemi posturali che riguardano il piede o una sua parte specifica.

Il podologo come specialista è in grado di intervenire per la diagnosi e la soluzione di un discreto novero di problemi che affliggono il piede.

Di seguito elenchiamo quelli più comuni, al fine di fornire una lista per quanto possibile completa delle problematiche e delle patologie che il podologo può risolvere:

  • Cura delle ipercheratosi, ovvero dei comuni calli;
  • Cura delle ulcere che possono colpire il piede;
  • Cura ed eventuale ablazione delle verruche;
  • Cura delle unghie distrofiche, ovvero quando queste si presentano come eccessivamente inspessite oppure deformi;
  • Cura delle unghie incarnite;
  • Cura dei problemi di carattere posturale, che possono riguardare sia le dita sia la pianta del piede.

Percorso di studi

La podologia è un settore che rientra nelle attività sanitarie, per svolgere questa professione sarà sufficiente seguire un corso di laurea triennale specifico di questa area sanitaria.

Per accedere al corso di laurea triennale in podologia devi comunque sostenere un test di ingresso che viene generalmente tenuto verso il mese di settembre e comprende delle domande inerenti alle seguenti materie:

  • Logica;
  • Chimica;
  • Matematica;
  • Cultura generale;
  • Biologia;

Per superare con successo l’esame di ingresso all’università è necessario rispondere correttamente ad almeno 20 domande.

In caso contrario vengono assegnati degli obblighi formativi che devono essere necessariamente assolti nel corso del primo anno universitario.

Inoltre, per accedere a questo corso di laurea si deve dimostrare, con l’ausilio di un certificato medico, di essere in possesso dell’adeguata idoneità psicofisica, indispensabile per svolgere la professione del podologo.

Una volta che avrai terminato i tre anni di università previsti per diventare podologo, si dovrà sostenere un esame finale che può essere comparato al classico Esame di Stato di Medicina e Chirurgia.

NORMATIVA

D.M. 14 settembre 1994, n. 666

D.M. 27 luglio 2000

codice deontologico