Maternità Part-time verticale: esempio calcolo del periodo di spettanza

Il genitore in congedo di maternità ha diritto a percepire l’indennità di maternità per tutta la durata dell’assenza.

  • In generale tale regola si applica anche al lavoratore occupato a tempo parziale; tuttavia, qualora si tratti di part-time verticale su base annua(prestazione lavorativa effettuata solo in determinati periodi dell’anno esattamente prestabiliti) l’indennità spetta solo per i seguenti periodi:
    se l’astensione inizia nel corso di una fase lavorativa, ovvero entro 60 giorni dall’ultimo giorno lavorato, l’indennità deve essere erogata per tutto il periodo di congedo di maternità, compreso quello rientrante nella pausa lavorativa;
  • se l’astensione inizia oltre 60 giorni dall’ultimo giorno lavorato, la relativa indennità spetta solo per le giornate di maternità incluse nei periodi di ripresa dell’attività lavorativa.

Esempio
Part-time verticale su base annua

Periodo di lavoro: 1o gennaio-31 maggio

Periodo di sospensione: 1o giugno-31 dicembre

1) Congedo di maternità dal 15 maggio al 15 ottobre: l’indennità spetta per tutto il periodo in quanto è iniziata nel corso di una fase lavorativa

2) Congedo di maternità dal 20 giugno al 20 novembre: l’indennità spetta per tutto il periodo in quanto è iniziata entro 60 giorni dall’ultimo giorno lavorativo

  • 3)Congedo di maternità dal 10 agosto al 10 gennaio (iniziata oltre 60 giorni dall’ultimo giorno lavorativo):
    dal 10 agosto al 31 dicembre l’indennità non spetta (in quanto fase non lavorativa)
  • dal 1oal 10 gennaio l’indennità spetta (in quanto fase lavorativa)