Ferie e periodo di comporto

Domanda

Un dipendente, una volta esaurito il periodo di comporto, può chiedere le ferie? Alla luce della sentenza dell Cassazione 8372/2018, il datore di lavoro è obbligato ad approvare le ferie chieste?

Risposta

La sentenza 8372/2018 è l’ultima di una serie di decisioni della Cassazione nelle quali, in presenza della richiesta di conversione della malattia in ferie per evitare la risoluzione del rapporto di lavoro, i giudici hanno ribadito che il lavoratore non ha un diritto automatico alla conversione, ma il diritto di avanzare la richiesta. Il datore di lavoro ha per contro l’obbligo di prendere in debita considerazione il fondamentale interesse del richiedente a evitare la perdita del posto di lavoro a seguito della scadenza del periodo di comporto (con l’onere, in caso di mancato accoglimento della richiesta, di dimostrarne i motivi).

Tra i motivi che la Cassazione non elenca possiamo considerare le imprescindibili esigenze organizzative e produttive che potrebbero essere compromesse dalla condizione di assenza permanente del lavoratore