Rischi: risonanza magnetica

L’accesso ai locali in cui è installato il magnete e ai locali tecnici retrostanti deve avvenire solo col consenso del personale del reparto.

Non deve essere introdotto alcun materiale ferromagnetico e oggetti metallici in genere, in quanto, con l’attrazione dovuta al campo magnetico della macchina, potrebbero essere scagliati anche a grande velocità, urtare le persone presenti e causare danni; gli addetti che accedono ai locali indicati non devono essere portatori di protesi metalliche o “pace maker” e devono lasciare qualsiasi oggetto metallico (orologi, catenine, orecchini, ecc.; anche le monete da 1, 2 e 5 centesimi sono attirate dal campo magnetico), cellulari e carte magnetiche.

Prima di accedere nelle aree in cui vi è campo magnetico superiore a 0.5 mT tutto il personale di manutenzione deve compilare e firmare il questionario che viene utilizzato per i pazienti prima di essere sottoposti ad un esame di RM. Tale questionario è valicato dal Medico Responsabile o da altro medico specialista da lui delegato.

Al di fuori dei locali indicati, i campi elettrico e magnetico sono a livelli inferiori a quelli di potenziale rischio per la popolazione.

Gli operatori addetti ad attività in risonanza magnetica sono sottoposti a sorveglianza sanitaria.