Obbligo formativo

L’obbligo di frequenza di attività formativa sussiste per i minori – compresi gli stranieri- fino al compimento del 18° anno di età, e viene espletato attraverso tre diversi percorsi o moduli formativi:

  • mediante il sistema di istruzione scolastica, con prosecuzione degli studi nella scuola secondaria superiore
  • attraverso il sistema della formazione professionale regionale
  • con lo svolgimento dell’apprendistato mediante la frequenza dei relativi corsi

Percorsi integrati. I percorsi integrati di istruzione e formazione consentono  di conseguire contemporaneamente il diploma e una qualifica regionale.

Sono possibili  di due tipi:

  • percorso con integrazione curricolare alla fine del quale si consegue un diploma di istruzione secondaria superiore e una qualifica professionale
  • percorso con arricchimento curricolare dopo il quale si consegue il diploma di istruzione secondaria e la certificazione del crediti spendibili nella formazione professionale

I sistemi non sono a schema rigido nel senso che è consentito ai giovani di passare da un sistema all’altro, a scelta già effettuata, con il riconoscimento dei crediti formativi o di istruzione.

Alternanza scuola lavoro. L’alternanza scuola lavoro rappresenta una delle modalità di realizzazione dei corsi del secondo ciclo scolastico.

Il percorso scuola lavoro si può realizzare anche all’estero.

Vi hanno accesso, a domanda, gli studenti cha hanno compiuto 16 anni di età e fino a 18 anni, al posto del processo formativo tramite percorsi di apprendistato.

La durata. I percorsi di alternanza scuola lavoro hanno una durata complessiva, nel secondo biennio e nell’ultimo anno del percorso di studi, di almeno 400 ore e, nei licei, di almeno 200 ore nel triennio.