Danno patrimoniale

Si definisce “danno patrimoniale” la lesione che un soggetto subisce al proprio patrimonio e che è immediatamente e naturalmente valutabile in termini monetari.

Si pensi al caso di un automobilista che perdendo il controllo del proprio mezzo sfondi il cancello di una abitazione.

In questo caso il danno è quantificabile economicamente e corrisponderà alle spese necessarie per sostituire il cancello.

Quando si parla di danno patrimoniale si distingue tra:

  • la lesione diretta del patrimonio del danneggiato (nell’esempio che precede: le somme necessarie per il ripristino della cancellata) ed in questo caso di parla di danno emergente;
  • la lesione del patrimonio in prospettiva rappresentata dai minori guadagni che il danneggiato realizzerà in seguito dalla lesione della sua posizione (si pensi ai mancati guadagni del professionista costretto ad un ricovero ospedaliero per essere stato investito mentre attraversava la strada) ed in questo caso si parla di lucro cessante.