PENSIONI

SCARICA IL PDF


ABC_DIRITTI_2016_icona_GUIDE

 

 

I risultati ottenuti nell’ultima tornata elettorale hanno confermato il primato, la forza e la vitalità della FP CGIL, contemporaneamente è aumenta la nostra responsabilità nel dover offrire positivi risultati concreti alle lavoratrici e ai lavoratori. Uno dei “campi di battaglia” in cui pensiamo si debbano misurare le nostre delegate ed i nostri delegati è quello previdenziale. La pensione oggi per le caratteristiche che ha acquisito non è una cosa disgiunta e conseguenza automatica del rapporto di lavoro ma, va costruita e pianificata, facendo scelte giuste e consapevoli. Noi pensiamo che le Rsu e i delegati debbano affiancare i lavoratori e le lavoratrici nell’arduo percorso di pianificazione della pensione, di conoscere quale sarà il suo tasso di sostituzione, cioè il rapporto fra ultimo stipendio e primo rateo di pensione, di vedere se questo sarà sufficiente per vivere adeguatamente oppure serve un’integrazione pensionistica e in tal caso aiutarli a scegliere la forma complementare più confacente. Per questo abbiamo pensato di fornire a tutti un agile e-book sulla pensione obbligatoria e su quella complementare dove sono indicati i principi base. Per gli approfondimenti c’è l’apposita sezione “Previdenza” sul sito della Funzione Pubblica Cgil (www.fpcgil.it) e comunque ci siamo personalmente per seguirvi ed aiutarvi. In pratica adempiamo anche ad un obbligo legislativo eluso dal Governo che dovrebbe essere attore principale. La “legge Fornero” sulle pensioni, meglio chiamarla così e non riforma, perché le riforme stanno a significare un miglioraPre mes sa Maria Concetta Basile Segretaria FP CGIL Nazionale (8)) Orizzonte pensioni mento della situazione precedente, ha cambiato in peggio il panorama pensionistico, compremettendo, secondo noi, un diritto costituzionalmente garantito ( art. 38 della Costituzione). La sostenibilità viene perseguita attraverso l’allungamento dell’età lavorativa mentre l’adeguatezza con la previdenza complementare. Questi semplici elementi a causa della crisi, o servendosi di questa come alibi, hanno fatto sì che si producesse legislazione in cui non sempre è facile districarsi. Il mondo della previdenza rimane comunque un mondo pressochè sconosciuto. Ne era consapevole perfino la “Fornero” che al comma 29 dell’art. 24 del cosiddetto Decreto Salva Italia, stabilì che il Ministero del Lavoro e l’INPS dovessero farsi carico di una campagna di educazione previdenziale. Poco o niente e stato fatto in questo senso. In definitiva la FP CGIL ricerca e realizza, non solo la cura e la tutela del rapporto di lavoro sia nella contrattualità che nel suo svolgimento, ma vuole anche essere di ausilio per tutti gli aspetti previdenziali. Fornire gli elementi di conoscenza per stabilire la probabile pensione INPS – gestione dipendenti pubblici – e sulla base di questi valutare, con cognizione di causa, l’utilità della pensione complementare e la convenienza ad aderire, per esempio, al Fondo Perseo Sirio.